BCC Terra di Lavoro per il sociale

È prevista per venerdì 18 Febbraio, con atto del Notaio Paolo Provitera, la “nascita” della Mutua S. Vincenzo de’ Paoli presso la sede sociale della BCC Terra di Lavoro.

Dopo l’annuncio, lo scorso 14 dicembre, alla Reggia di Caserta in occasione dell’evento 100’anni di Gratitudine, sono seguiti i fatti, come nello stile della Banca e del suo Presidente Roberto Ricciardi.

Nasce così una delle prime Mutue BCC del Sud, realtà ampiamente collaudate al Nord e che oggi costituiscono un Consorzio di Mutue delle Banche di Credito Cooperative, il COMIPA.

“È grazie al supporto del Consorzio – riferisce il Presidente Roberto Ricciardi – che è stato possibile dare immediatamente seguito e concretezza all’importante progetto. Il Consiglio di Amministrazione della BCC Terra di Lavoro nella seduta del 17 dicembre ha deliberato l’adesione per ricevere tutta l’assistenza necessaria per avviare l’importante e storica iniziativa”.

La Mutua S. Vincenzo è un’associazione assistenziale di natura mutualistica, legalmente riconosciuta con un consiglio di amministrazione, un collegio sindacale e con un proprio legale rappresentante.
La banca sarà il socio sostenitore sicuramente nella fase iniziale, e fin quando l’associazione non raggiungerà un equilibrio economico che possa conferirle autonomia ed indipendenza.

Ma concretamente di che cosa si occuperà la nuova Mutua?
Quali sono i vantaggi dei soci e clienti della BCC?
Tutti i servizi sanitari saranno facilmente usufruibili da tutti i soci e clienti sulla piattaforma del Consorzio COMIPA, a sua volta convenzionato con i migliori centri e laboratori clinici di tutta Italia.

Il primo passo che dovrà muovere la costituenda Mutua sarà il convenzionamento con i migliori centri diagnostici del territorio.

I soci e clienti potranno aderire con una piccola quota di ammissione una tantum.

La Mutua sarà estensibile ai propri conviventi, gratuitamente ai minori e, con il pagamento di un piccolo supplemento agli altri membri della famiglia. L’adesione alla Mutua potrà essere sottoscritta anche dai clienti che non sono soci della BCC, con una quota mensile leggermente più alta. I soci della Mutua potranno scontare direttamente sui prezzi delle prestazioni presso i centri convenzionati, senza dover richiedere rimborsi.

La Mutua, come l’esperienza in altre regioni italiane già dimostra, prevede altresì l’erogazione di ulteriori servizi: attività culturali, di interesse sociale, con finalità educativa, organizzazione e gestione di attività artistiche o ricreative.

“Nel solco della mutualità e cooperazione, la nostra Mutua S. Vincenzo – dichiara il Presidente Ricciardi – tende ad abbattere le disuguaglianze sociali, ed assicurare a tutti le migliori prestazioni di servizi e non solo nell’ambito sanitario”.

Nei prossimi mesi tutte le filiali della banca saranno in grado di fornire tutte le informazioni per l’adesione alla Mutua.
Anche il logo scelto, sia nei colori che nella stilizzazione, rappresenta l’inclusione, l’abbattimento delle disuguaglianze che si esprime in un “abbraccio”. Le due “C” del Credito Cooperativo sono diventate tutte colorate e “abbracciate” l’una all’altra.

Un grande impegno per l’Istituto di Credito che crede sempre più nell’inclusione e nel sostegno a chi è meno fortunato.