Dal prossimo 3 gennaio entrerà in vigore la normativa europea denominata MiFID II / MiFIR (Direttiva Europea 2014/65/EU, Regolamento (UE) n. 600/2014 e atti delegati), che introdurrà tra l’altro, nuovi obblighi nei confronti degli intermediari finanziari per quanto attiene le modalità di offerta dei servizi di investimento.

Al fine di adempiere agli obblighi di segnalazione, è necessario identificare i clienti attraverso un elemento di identificazione internazionale, che per i soggetti giuridici sarà il CODICE LEI (Legal Entity Identifier). Il codice potrà essere richiesto dal cliente, laddove sprovvisto, tramite il sito https://lei-italy.infocamere.it/leii/ di Info Camere.

PER I CLIENTI DIVERSI DALLE PERSONE FISICHE, A PARTIRE DAL 3 GENNAIO, NEL CASO IN CUI QUESTI NON ABBIANO PROVVEDUTO A COMUNICARE UN VALIDO CODICE LEI, LA BANCA NON POTRÀ DAR CORSO AD ALCUN ORDINE, ISTRUZIONE OD OPERAZIONE SUGLI STRUMENTI FINANZIARI