Seleziona una pagina

COVID-19: MISURE STRAORDINARIE IN FAVORE DELLA CLIENTELA

Gentili Soci e Clienti,

in seguito alle forti ripercussioni che il tessuto economico e sociale del nostro Paese sta affrontando in questi giorni a causa della diffusione del Coronavirus, il Consiglio di Amministrazione della BCC Terra di Lavoro intende ribadire in modo fattivo e tangibile la vicinanza al Territorio e a tutti i soggetti che vi operano quotidianamente, aderendo sin da ora a tutte le misure di legge in materia creditizia. Per tali ragioni la BCC Terra di Lavoro ha deciso altresì di mettere in atto interventi di carattere straordinario, finalizzati a sostenerVi concretamente al fine di consentirVi di affrontare nella maniera più adeguata e agevole questa difficile fase congiunturale.

Nel dettaglio, le misure di sostegno al segmento professionisti ed imprese che Vi proponiamo sono le seguenti:

  1. Proroga al 30 settembre 2020 degli affidamenti non rateali concessi ai professionisti, alle micro imprese ed alle PMI con scadenza fissata prima della citata data su formale richiesta;
  2. Sospensione fino al 30 settembre 2020 del pagamento della quota capitale e della quota interesse delle rate dei mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale concessi ai professionisti, alle micro imprese ed alle PMI su formale richiesta; è facoltà delle imprese richiedere di sospendere soltanto i rimborsi in conto capitale;
  3. Proroga fino a 120 giorni degli anticipi/finanziamenti import in essere;

ed inoltre per le sole Imprese, su formale richiesta:

  1. Adesione Accordo ABI-Imprese per sospensione quota capitale per 12 mesi dei finanziamenti in essere al 31 gennaio 2020 sulla base dei presupposti in esso contenuti, previa valutazione del merito creditizio.

mentre per il segmento privati Vi proponiamo la seguente misura:

Sospensione fino a sei mesi del pagamento della quota capitale e della quota interessi delle rate dei mutui prima casa potrà essere richiesta da:

  • soggetti privati che in ragione delle limitazioni subite nell’attività lavorativa autonoma svolta o delle limitazioni patite dal datore di lavoro a causa dell’emergenza, si trovino in una condizione di transitoria riduzione dei flussi reddituali disponibili; è facoltà dei richiedenti di sospendere soltanto i rimborsi in conto capitale.

Le richieste dovranno essere corredate da:

  • modulo richiesta accesso misure di sostegno per imprese e professionisti (scarica il documento)
  • oppure modulo richiesto accesso accordo ABI-Imprese (scarica il documento)
  • oppure modulo richiesta accesso misure di sostegno per i privati (scarica il documento)
  • e autocertificazione ai sensi dell’art.47 DPR 445/2000 di aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19 per effetto delle limitazioni degli scambi commerciali e/o dei rapporti di fornitura (scarica il documento)

Si precisa che tutti i richiedenti non dovranno essere classificati, alla data di presentazione dell’istanza, quali titolari di esposizione creditizia deteriorata (sofferenza, inadempienza probabile, past due).

La citata documentazione, opportunamente compilata e sottoscritta, dovrà essere inviata esclusivamente ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

Privati     (email) misurecovid19@bccterradilavoro.it 

Imprese (pec)  misurecovid19@cert.bccterradilavoro.it

 

Ulteriori iniziative della BCC Terra di Lavoro per la propria clientela:

 

Privati: anticipazione  in conto corrente pari a due mensilità di Cassa Integrazione in deroga da regolare al tasso dell’1,50% per i soci ed al tasso dell’1,95% per i non soci, senza applicazione di ulteriori oneri e/o commissioni;

Professionisti ed Imprese: finanziamento fino ad un importo massimo di euro 50.000 finalizzato al sostegno della carenza di liquidità per effetto dell’emergenza causata dall’epidemia COVID-19. Il finanziamento avrà le seguenti caratteristiche:

  • importo non superiore al 25% del fatturato dell’esercizio precedente;
  • durata massima pari a ventisette mesi, di cui nove mesi di preammortamento con possibilità di rientro in unica soluzione al nono mese o di dilazionare in tutto o in parte fino ad un massimo di 18 mesi;
  • tasso fisso pari all’1,95% per i soci ed al 2,50% per i non soci;
  • spese di istruttoria pari a zero.

Per accedere al predetto finanziamento i richiedenti dovranno esibire la seguente documentazione prendendo contatti con la propria filiale/gestore di competenza:

  • modulo di richiesta di concessione/agevolazione BCC Terra di Lavoro (scarica il documento)
  • e autocertificazione ai sensi dell’art.47 DPR 445/2000 di aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19 per effetto delle limitazioni degli scambi commerciali e/o dei rapporti di fornitura, corredata da idonea comprovante documentazione (scarica il documento)
  • documenti contabili e fiscali aggiornati (con relative ricevute di presentazione), in particolare “dichiarazione IVA 2019”

Si precisa che tutti i richiedenti non dovranno essere classificati, alla data di presentazione dell’istanza, quali titolari di  esposizione creditizia deteriorata (sofferenza, inadempienza probabile, past due).

 Nell’augurio reciproco che l’emergenza in atto, con il contributo di tutti, abbia fine al più presto la BCC Terra di Lavoro resta disponibile per qualsivoglia ulteriore eventuale esigenza della propria clientela.

Casagiove, 20 marzo 2020

Il Presidente del CdA
dott. Roberto Ricciardi

 

#IORESTOACASA
#DISTANTIMAVICINI
#CELAFAREMO